Archivio mensile:giugno 2007

Intervallo epicureo

Standard

Ecco sì, se qualcuno di voi avesse bisogno di sapere dove sono finita. Io sono qui, esattamente dove adesso è seduta quella ragazza.
Assieme al mio amico Pirata Giuseppe, alla falanghina bianca ben fredda e alle alici marinate che, voglio dire, anche se non saranno come i calamaretti e il sauvignon 84 del Direttore, ci renderanno allegri come sempre. Poi se la Piratessa mi conserva anche due polipetti affogati giuro che torno più buona che pria.
Buone vacanze a tutti.
La_Sposa
Annunci

Finpensioni

Standard

Il buongiorno si vede dal mattino. Ma già ieri sera nella trasmissione di Iacona si capiva bene che aria tirava per la questione pensioni.

A proposito di Iacona. Tutti che si ostinano a osannare quel leccaculo di Floris. Ma sono rimasta solo io a pensare che il miglior testimone del San Torismo se lo sia guadagnato il buon Riccardo, che sa trasformare ancora in qualcosa di epico il mestiere del metalmeccanico?

La bolzanese

Standard

Quando ero piccola c’era una donna bellissima che villeggiava nello stesso microcosmo marino dove io passavo le mie lunghe estati. Si diceva che il marito una notte, distrutto dai debiti, se la fosse giocata ad un tavolo di carte. Beh, non so perché, ne so raccontare come quella storia fosse arrivata alle mie orecchie e non saprei dire neanche quale significato avessi dato precisamente a quelle parole adulte e segrete, ricordo solo che quel pensiero aveva assunto una dimensione onirica assolutamente seducente. La guardavo sempre, anche di nascosto, mentre passava per il paese e la sua bellezza già radiosa diventava con quel torbido pensiero qualcosa di magico, straordinariamente affascinante. Ricordo anche che se pensai che se la storia era vera, quell’esperienza di certo non aveva scalfito in nulla la sua bellezza.