Archivio mensile:agosto 2010

"Senza enfasi, giorno dopo giorno, perché non è risorgere ma semplicemente e meravigliosamente suonare, quindi vivere"

Standard

Adesso scriverò una cosa che mi farà malvolere da molti. Ma cerco di farmi sempre un’opinione di quello che leggo o che ascolto. A me il discorso- la canzone, il concerto, la solidarietà dei colleghi- di Niccolò Fabi ha dato fastidio fin dal principio. Dispiaciuta per la morte della sua bambina come per quella di ogni genitore perché non esiste quasi nulla, credo, di più doloroso di sopravvivere a un figlio, di sperimentare la morte in questo modo, credo che il dolore meriti sempre un tempo di silenzi.

E tutto questo suonare e cantare, bah, mi è sembrato stonato.

Annunci

Sublimare

Standard

In uno di quei giornali femminili di cui non saprei dirvi neanche il nome, quest’estate, ho letto una rubrica in una pagina sdoppiata, una roba tipo scapole e ammogliate, o qualcosa del del genere. Maria Rita Parsi, strana creatura d’animazione di origine costanzesca (ossia la psicologa spiegata a un parrucchiere direbbe qualcuno), esperta in zitellagine, consigliava a tutte quelle donne singles di mezz’età che non vogliono sentirsi usate in rapporti mordi e fuggi la sublimazione degli istinti sessuali.

Lì per lì mi sarei anche incazzata però adesso, a pensarci bene, riflettevo su questo sapore e pensavo gesù come si sublima bene con il tartufo della nuova gelateria di via Cola di Rienzo.

P.s. domani spuma al caffè

Sensuous

Standard

E dopo aver ascoltato la commessa che per la terza volta di seguito, senza alcun timore di apparire ripetitiva, mi diceva è molto sensuale e femminile decisi che avrei continuato a puzzare per il resto della mia vita.

Sarà grave? Non ho voglia di comprare niente