Archivio mensile:gennaio 2012

La costruzione di un amore

Standard

Ci sono canzoni che non scelgo mai di ascoltare.

La costruzione di un amore è l’unica canzone che non troverete mai tra le mie pagine di facebook. E’ una di quelle poesie che ti entrano nei polsi. Ecco, proprio lì, nei polsi, dove la pelle è più sottile, dove si vede il sangue scorrere.
E insomma, qualche giorno fa giorno guardavo lo speciale di Fazio per Fossati e a un certo punto lui si è messo al pianoforte a cantare una delle più belle poesie che abbia mai ascoltato e volevo pure commuovermi, perché mi fa sempre quell’effetto lì, quella canzone e invece sono restata immobile, inibita da quelle parole che avevo sentito prima: la costruzione di un amore la puoi scrivere a vent’anni che alla mia età, no, è da disadattati.

Ammaraggio

Standard

Camminare lungo la spiaggia intere mattinate. Perdermi in un orizzonte libero e vuoto, nel suono sempre quasi impercettibilmente  diverso delle onde sulla spiaggia.

Ecco, poi ogni tanto mi capita di incontrare persone che a Torsalorenzo ci sono trasferiti davvero e torno a chiedermi se ho sbagliato a restare a Roma. Perché anche nei giorni della merla io penso al mare.