In forma di fiction

Standard

Se tanto mi da tanto mi chiedevo, se Caruso viene raccontato così come ho visto nella fiction di Rai Uno, ieri sera, se il grande tenore è  una roba per rincoglioniti che fa concorrenza a un Posto al Sole ( attori compresi)come ridurrebbero la mia vita in forma di fiction?

Se una vita avventurosa, se una persona così piena di talento,  se un’esistenza a cavallo tra due epoche, se uno dei simboli  più riconosciuti della cultura e del panorama della musica italiana nel mondo, se un uomo attraversato dall’ambizione, da incontri così stimolanti, da una complessità esistenziale e umana piena di fascino diventa il pretesto di una sinossi così superficiale che ne sarebbe della mia piccola e misera esistenza?

Perché il problema delle fiction in Italia, in fondo, è questo (con qualche sparuta e sparita eccezione): rendere ogni storia commestibile alla pari di una scadente pasta al sugo distratta,  una sera dopo l’altra. Una roba per ammazzare il fine giornata  in attesa del solito letto e del solito partner.  E mentre digeriamo quella pasta senza ricordare nemmeno di aver vissuto, nemmeno cosa abbiamo mangiato riduciamo al nulla anche la nostra storia, la nostra vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...