Fragili

Standard

E poi succede che ci si rende conto quanto poco siamo attenti alla fragilità delle persone che ci sono più vicino.  A me è toccato rendermene conto questo finesettimana, che mia figlia mi assomiglia o forse cerca di somigliarmi e, come me, ha iniziato a fingere una tostaggine che non ci appartiene, a lei meno che a me.  Sofia non è cresciuta in una famiglia normale, vive lontano dal padre e con una mamma che lavora tutto il giorno, quasi tutti i giorni. Questi sono fatti e sono talmente ovvi, quotidiani e reali che quasi perdono diritto di cittadinanza nelle considerazioni generali. Ho comprato regali e viziato mia figlia anche per seppellire queste criticità che, comunque, riaffiorano di tanto in tanto, lasciandoci nude nelle nostre paure.

Va tutto bene. Queste sono le epifanie che danno senso alle esistenze, agli affetti profondi. In ogni manifestazione di fragilità c’è un’apertura e in questi giorni mi sono sentita una madre fortunata per aver avuto, ancora una volta,  l’occasione di darle attenzioni d’amore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...