Mitologie a parte

Standard

A parte certe sbavature di competitività irrisolta, di irrisione a volte immotivata, di incompatibilità di varia natura è che quando mi addentro in quei territori mitologici della giovinezza che siano professionali o ludici o ancora accademici mi chiedo sempre perché le persone che ritenevo più in gamba non abbiano fatto della loro vita qualcosa di più interessante, di più importante. Credo sia un sentimento comune a tutte le nostalgie, un modo di rendere in qualche modo interessante la nostra autobiografia, però c’è anche qualcosa di più, qualcosa che travalica il senso della visione soggettiva, e quel qualcosa che riguarda le storture del nostro sistema, perché io, o noi, ma solo un noi generalizzato, eravamo più ingenui di questa generazione, e pensavamo davvero che saremmo riusciti a fare quel che volevamo, a diventare quello che avremmo voluto. In questa perdita dell’innocenza vedo uno dei migliori punti di partenza di questa e delle prossime generazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...