Archivio mensile:dicembre 2012

Persone alle quali non devo delle scuse

Standard

Se una delle mie migliori amiche mi accusa di essere troppo sopra le righe, anzi di esserlo stata troppo e una volta di più, non è una delle mie migliori amiche e allora faccio una cosa che so fare molto bene,  ciaociao con la manina, perché partire e far partire le persone è una delle cose che ho imparato a fare meglio, nella mia vita, nella mia vita libera.

E se questo vale per una delle mie più care e antiche amiche, figuratevi per il resto del mondo.

Annunci

2013

Standard

Se dovessi perdere il lavoro volerei via definitivamente da questo Paese che mi piace sempre meno. Se dovessi perdere il lavoro ricomincerei da un’altra lingua, presumibilmente l’inglese, perché come Massimo Troisi io penso sempre di poter ricominciare da tre e non da zero.  Se dovessi perdere il lavoro io non credo che sarebbe il peggiore dei mali possibili, ho ancora spirito di avventura e voglia di ricominciare.

Ecco. Buona fortuna a tutti, a quelli che pensano che restare sia una sfida e a quelli che pensano che andare via sia l’unica possibilità che ci sia rimasta.

 

 

Lusingame

Standard

E poi mi sono messa ad ascoltare questa vecchia canzone che cantava Sergio Bruni e mi è venuto da ridere. Come erano ingenue,  anche quando si tingevano di seduzione, le canzoni di una volta. Forse perché c’era tutta una costruzione del discorso che seguiva in maniera così autentica la vita emotiva, gli stati d’animo dell’innamoramento, dell’abbandono, della gelosia, della passione. Forse perché si fingeva di meno o meglio, che è lo stesso. Ora, di tutta la canzone potrei dirvi poco, non è una lunga storia, anzi sono poche le parole: c’è una Marì e un’atmosfera napoletana di quella da cartolina, almeno sullo sfondo immaginario. Ma c’è questa parola lusingame, questa espressione verbale elegante che tu stai lì a chiederti con quanti sensi e significati sia stata inserita, una parola che copre l’intero arco di significato di un testo, di un discorso, che quasi lo sovrasta, perché mentre lui canta lusingame, usando la malìa di quella parola, in realtà, la sta già seducendo per un nuovo incontro, bacio, o momento.

Che raffinatezza. Solo la semplicità rende a volte le emozioni così vertiginose.