La famiglia Ballarò

Standard

E così, siccome ieri sera mi annoiavo, mi sono messa a immaginare una famiglia tipo di quelle che analizza Ballarò da lontano. Da lontano però, che da vicino gli sporcano le poltrone. Allora ci sarebbe questo nonno con la pensione incazzato come una iena. Perché con quei soldi lì lui un tempo di comprava le case e adesso, con la tredicesima, gli tocca pagare l’IMU. Poi lo zio esodato, che se ne sta a ciondolare in casa tutti i giorni, in pigiama e ciabatte. A lui pare abbiano affidato la costruzione del presepe a Natale e i lavoretti di manutenzione domestica durante il resto dell’anno, che tanto non ha un cazzo da fare e qualcosa di soldi in mano, senza offenderlo con la solidarietà gli si dovrà dare. Poi c’è la mamma che prima lavorava in ufficio e poi si è fatta due conti e ha deciso che avrebbe guadagnato molto di più andando a fare la colf in giro nelle case dei vicini. Il padre, beh, non è che lo vedo così diverso da quello di prima,  il padre che somiglia spaventosamente a Pagnoncelli, è sempre inutile, come in ogni storia italiana che sia credibile.  La figlia, invece, orgoglio di famiglia,  laureata in ingegneria, che forse torna per le feste,  vive in Cina da qualche tempo,  si occupa di organizzazione aziendale per una fabbrica italiana che ha scelto di produrre in quel paese. Cioè lei vorrebbe tornare per le feste ma non è sicuro possa , i turni di lavoro per gli assistenti dei direttori lì sono di di sedici ore al giorno per 365 giorni all’anno. Infine il figlio precario che lavora in un fast food  e che sognava di fare il motociclista, intelligente quasi come il padre, che non si è sposato ma in compenso ha avuto un figlio, perché fare figli è sempre una benidizione della casa. Adesso vive in casa dei genitori con il pupo. La donna l’ha lasciato ed è andata a fare la cubista a Riccione.

Ecco,  guardando Ballarò,  penso che la famiglia italiana assomigli a una cosa del genere.

Odio la famiglia.

Annunci

Una risposta »

  1. Pingback: La famiglia Ballarò | Hotels-Riccione.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...