L’incontro mancato

Standard

Bastava solo che dicesse Laura, sono dalle tue parti, mi piacerebbe che ci mangiassimo qualcosa insieme, vorrei vederti sorridere ancora , perché le relazioni possono essere infinitamente semplici o melodrammaticamente complicate, possono esserci allontanamenti e avviciniamenti, ci sono lunghi arrotolamenti intorno ai rispettivi ombelichi, ci sono i problemi, quelli di cui non riesci neanche a parlare, perché rientrano nella categoria dell’indicibile, dell’impermeabilità, perché poi può darsi che non ci si veda più,  che ci sfiori magari ma non ci si riconosca più, come gli amici di Vasco Rossi, quelli che si incontravano al bar ma si scassavano troppo.

Ma una cosa mi fa male. L’ipocrisia dell’assoluto, le forme degli assoluti, i ruoli. Ho smesso di credere ai massimi sistemi amorosi, alle dinamiche di possesso e anche ai conflitti irrisolti. Perché tutto potrebbe essere semplice, tutto potrebbe essere più leggero,  come la semplice ammissione di affetto, quella che cerco e non trovo: Laura, ho piacere a starti vicino.

La trama speciale di un incontro. La sua malìa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...