Breaking point

Standard

Detto questo devo ammettere che sono arrivata al punto di rottura con la palestra. Vabbé magari domani, chissà. Oggi mi faccio una bella passeggiata e poi vado a prendere Sofia e me la porto a cinema, di nuovo. A poi passo a prendere il biglietto del treno per Germana. Passerà due giorni a Napoli, questo finesettimana. Pensavo sarebbe stata più felice, sono secoli che non si scrolla il peso dell’accudimento di Antonio, mio padre, dalle spalle. Invece l’ho vista strana. La verità è che più forte della voglia di sentirsi liberi c’è la voglia di sentirsi indispensabili. Almeno per molti è così, io faccio volentieri a meno di questa ebbrezza da schiavi. Mi voglio complice, non scassacazza.

Buon pomeriggio a tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...