Dalla parte delle bonazze

Standard

 “Sono capo ufficio stampa da 10 anni e sono anche io precaria. Nel 2002 quando sono entrata all’Ingv non c’erano concorsi pubblici, l’unica maniera per lavorare era la chiamata diretta, così come in tutte le testate giornalistiche. Io entrai lì segnalata da un politico, non come giornalista, la meritocrazia ha fatto sì poi che io fondassi un ufficio stampa che funziona. »

sonia

Ora, inziamo dal principio. Questa donna che vedete in foto, mi ha scroccato una sigaretta l’altro giorno. Premetto che provo una grande simpatia per le belle donne pane e puparuoli, insomma le belle donne che non si sono intostate fino a diventare delle mazze di scopa insopportabili, pur potendolo, per questo la Dottoressa Sonia Topazio mi è stata simpatica a pelle, quasi. Poi, ma questa è una valutazione di carattere etnografico e antropologico, le potentine mi piacciono molto perché mantengono qualcosa di zoccolescamente selvatico.

Questa era solo la premessa. Dunque a me la Sonia, come dicono i settentrionali, mi ha raccontato qualcosa della notizia che l’ha fatta balzare sulle cronache di tutti i giornali italiani e che riguardava un’intervista da lei rilasciata a ilfattoquotiano.it. In sintesi, l’addetta stampa responsabile dell’Istituto Italiano di Geofisica e Vulcanologia (INGV), lamentava la situazione lavorativa da precaria mentre l’acuto giornalista tirava fuori la storia della segnalazione politica grazie alla quale la Topazio aveva avuto questa occasione.

Ora, io voglio dire una cosa, conosco una marea di persone che lavorano negli uffici stampa per segnalazione. Perché sono figlie, nipoti, amiche, amanti di politici, perché sono giornaliste sfessate, laureate umanistiche in cerca di occupazione. Se sia giusta o meno questa prassi è comunque prassi comune. Il fatto che Sonia in quanto bonazza abbia passato un sacco di guai mi pare una cattiveria e un’ipocrisia tipica di un Paese che trasforma appunto Tinto Brass in un grande cineasta per rattusi.

Parlo di Sonia perché in fondo resto sempre dalla parte delle bonazze e ancora una volta segnalo quanto mi faccia schifo che ci si sia di nuovo imbastarditi su Ruby e la questione della scopata con Berlusconi. Perché penso che non sia rilevante, non certo quanto la concussione di cui si accusa Berlusconi e perché se devo fare la moralista su qualcosa preferisco farla sulle migliaia di minorenni che si prostituiscono per meno di trenta euro a botta.

Finisco col dire che come molti di voi mi è capitato di guardare Berlusconi alla cena elettorale nel servizio di ieri a Ballarò. Io non capirò mai perché vuole pagare le donne uno che potrebbe scoparsene più di una a sera con la sola speranza di un pagherò. Perché alle donne piace stare vicino a Berlusconi, ad alcune tantissimo, ricordo una tipa, ad esempio,  che frequentava uno del pd e di nascosto andava alle cene di Berlusconi solo per dire io c’ero. Esistono queste donne e sono tante. E mi fanno zero impressione. Come zero impressione mi fa Sonia Topazio che anzi mi è simpatica, proprio a me che mi vergognerei anche di dire mi scusi, dov’è piazza Grazioli?

Aggiornamenti segnalazioni: Vota la mia compagna, sono Dario Franceschini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...