Archivio mensile:agosto 2013

Vita

Standard
Annunci

Sonno (diario quasi napoletano)

Immagine

Sonno (diario quasi napoletano)

O poi, ci siamo quasi, o quasi Napoli. Prossimi giorni non avrò tempo per scrivere. Mi aspetta una braciata a Torsa, l’ultima (deo gratias), mini-trasloco con handicappato (non è un’offesa, in fondo lo siamo un po’ tutti, ma mio padre lo è certamente di più), poi Roma per carico ultime cose (cazzo, anche la tv ho dimenticato) e infine, nella prima parte della mattina di domenica, forse io e mia figlia arriveremo. Bomba o non bomba.
Per il resto sto dormendo da fare schfo, forse il mio corpo ha bisogno di riserve di sonno. Persino l’altra sera, in cui ho dormito a due riprese, ho dormito una cifra. Ho persino sognato. Un sogno che non ho intenzione di spiegarmi né in termini freudiani, né religiosi. Ero in carcere e un artista mi usava da modella per fare una Madonna. Ero io ma poi, una volta inserita la scultura nella struttura, nessuno si accorgeva che il soggetto rappresentato aveva i miei lineamenti. E io mi incazzavo parecchio.
Bah, comunque, spero di battere il record di ieri, dalla 21.30 alle 7 del mattino. E sono record che persino mia figlia mi invidierebbe.
Buon we a tutti.

Spallucce

Standard

BeFunky_20130829_111223.jpg

Fare spallucce e fottermene di tutto, come quando  gli uomini sganciano quei sorrisi da bambini solo perché non riescono a gestire bene le situazioni, da uomini, appunto. Ci guardano con quell’aria mortificata e amabile invocando la grande madre che è in noi.  Sto imparando a fare spallucce. Spallucce e spalline. E sticazzi.