Real time

Standard

Poi arriva la sera che sono davvero troppo pigra per leggere il libro a mia figlia, per leggerlo a me o anche per ascoltare la musica. E alllora mi faccio piccola piccola e mi infilo nel suo lettino e insieme ci mettiamo a vedere real time. A Sofia piacciono le spose e il re delle torte, a me piacciono i programmi sulle superdiete. Sarà che sono stata bulimica.

Ieri, a un certo punto, guardavamo la storia di una bella ragazza di 150 chili, una biondona sportivissima che davvero si impegnava nel docu-reality, simpatica. Solo che Sofia si è spaventata. A un certo punto la tipa raccontava del trauma di aver perso la nonna a dieci anni a causa di un incidente mentre stava andando a prenderla a scuola. Mia figlia mi ha guardato e mi ha detto: oho, speriamo che a nonna non succeda niente. Vedi tu, uno non può manco distrarsi un giorno che già ti penti dei messaggi sbagliati che arrivano ai propri figli. Per cui ho aspettato che si addormentasse e ho segnato un appunto: spiegare a Sofia che la morte dei propri nonni è un evento prevedibile come la nostra stessa finitezza.  La maggior parte delle persone sopravvive al dolore senza diventare grassa.

Madonna che faticaccia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...