L’empatia della vita, l’antisemitismo e i demoni dell’ideologia

Standard

Forse è stata tra letture che mi sono imposta quella che mi è costata maggior sforzo, maggiore dolore e incubi e paure in questi ultimi anni. Ma in questi giorni in cui stento a prendere posizione e a dare una definizione anacronistica alla rabbia e alla confusione populista della piazza, delle piazze mi è tornato in mente questo libro, ossia “Vita e destino” di Grossman.  Vasilij Grossman, evidentemente,  ha portato narrativamente  a termine un ambizioso progetto, uno dei più ambiziosi del secolo passato, quello di confutare le più grandi ideologie del ‘900, almeno e chiaramente dalla prospettiva del popolo ebraico a cui la sua storia personale e la sua origine lo legava.

“Una volta apparso, l’odio non può non trovare uno sfogo, così come non può non trovare uno sfogo l’elettricità raccolta in una nuvola nera sospesa sopra un bosco, che sceglie a caso un tronco d’albero da incenerire”

Vita e destino.

Per dire. Attenzione a tutte le forme di odio. L’odio è nemico della ragione. Nemico della nostra umanità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...