Maledetta primavera

Standard

Vorrei essere come la primavera. Non giovane ma appena nata. Vorrei non avere passato. Perché è questo il mistero più profondo di questa stagione, questa rinascita smemorata della vita, come se non ci fossero mai state primavere prima come se questa fosse l’unica e l’ultima possibile in cui tentare di esistere.

A Loretta Goggi, che la primavera l’ha interpretata meglio di Vivaldi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...