Mimma

Standard

Insomma la nonna paterna di mia figlia se n’è andata. E’ andata nel mare, come aveva chiesto ai figli. Da un anno, quasi, era diventata una mia vicina di casa. Un donna perbene, come piace dire a mia madre. Una donna sola come avevo imparato a conoscerla io.  Sola in una solitudine agognata, dopo una vita anche deludente, una signora che aveva scelto di restare per conto suo, fino all’ultimo giorno della sua vita. E’ morta nel suo letto e a me piace pensare che abbia chiuso gli occhi guardando quel mare in cui il suo corpo agile e ancora acerbo  ha sempre amato giocare.

 

Ho chiesto a mia figlia di preservare i suoi ricordi. Perché sono preziosi e c’è la possibilità che alla sua età finisca per dimenticarli. Io ne ho uno su tutti di Mimma. La ricordo a Scario, il paese di mare in cui entrambe villeggiavamo, forse il primo o il secondo anno in cui vivevo con suo figlio, su una spiaggia mentre si prendeva in braccio, tra le onde, suo nipote Alessandro. Ricordo che pensai che è un’età stupenda quella in cui smetti di esser femmina e ritorni a essere bambina insieme ai tuoi nipoti.

 

Ciao Nonna Mimma.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...