Ferrante fever

Standard

Ancora non siamo alla cinquina finale, ma Ferrante l’outsider spiazza persino Zerocalcare, che a conti fatti, potrebbe essere la migliore provocazione per quello Strega letterario che, purtroppo, raramente finisce nel pan di spagna e spesso e volentieri risulta difficile da digerire per i piccoli editori e per qualche lettore scontento.

E invece Elena corre veloce e ci fa riflettere: corre veloce perché vende e bene al di fuori di questa periferia culturale che chiamiamo Italia. E’ scrittrice di culto in America, quella stessa America che mangia la pizza pensando che sia una loro stessa invenzione, quell’America che ancora pensa che Napoli sia mandolini, musica e malavita. E’ scrittrice che vende perché sa parlare all’anima delle donne, o cazzo, un giorno qualcuno poi lo comprenderà che lo zoccolo duro di lettori è femmina. Corre veloce la Ferrante, a discapito dei Vassalli o dei Parenti (ops, non volevo, nome omen si direbbe), fottendosene delle cattiverie e del maschilismo peloso, anzi facendo volare più in alto la nostra amica geniale, al di sopra degli assorbenti e delle menopause immaginari dei nostri scrittori col male al pancino.

Searching Elena, il documentario che voglio realizzare,  ha una regista: si chiama Elena Di Candia. Questa è la novità. Sostenetemi e iniziamo a muoverci sul serio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...