The Walking Dead

Standard

Prime settimane di ritorno dal mare. Qui è diventato tutto surreale. Muoversi, lavorare, mangiare e persino pensare. Non si pensa e non si scrive nemmeno bene con questo caldo. Raso muro camminiamo alla ricerca dell’ombra, di giorno, mentre di notte inseguiamo l’illusione della brezza di vento. E dal mare soffia un’aria che è così calda da farti desiderare che si fermi. Come al solito i turisti sono gli ultimi ad accorgersene. Che davvero in questi giorni dovremmo forse tirare fuori una volontà autolesionistica da vacanzieri, far finta di doversi divertire sempre e comunque. Il sesso accade. Credo. La gente mangia, beve comunque. Anche in questi giorni, di certo più di me. Chissà e se accade come? In una passione appena scoppiata o in una lunga notte chimica. O magari sotto una doccia gelata, di corsa subito tutti bagnati su un letto o su un pavimento. Per il resto costruiamo le nostre fortezze, esattamente come in quella serie tv americana, The Walking Dead, il filo spinato o le barricate sono le nostre finistre sprangate  per l’aria condizionata, quella che ci ammazza lentamente. Perché il caldo che accumuliamo durante il giorno lo tiriamo fuori lo stesso dal corpo, lentamente, nella notte, nelle lunghe notti insonni del caldo. Per non parlare del corpo a corpo con le zanzare o le fughe da questo mare di blatte che sono diventate le nostra città, la nostra città. Ci sono. Non vi lascio soli. Questo blog sarà una voce amica nel naufragio dell’afa. L’estate da noi non è mica un periodo felice, che il caldo ti toglie la pace, la polvere copre ogni cosa e ti spezza la voce (L’Autostrada, Daniele Silvestri)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...