Archivi categoria: Aforismi e giochi di parole

Molto, molto dolcemente

Standard

Ecco, un po’ di riposo.  Sofia è partita, io sono quasi arrivata al capolinea della settimana. E adesso mi resta addosso quel piacevole torpore, quel bisogno di coccole, perché come cantava Dalla ( a proposito, ciao Lucio) a modo mio avrei bisogno di carezze anch’io. Di quante sfumature è fatta la personalità di ognuno, anche la mia, è una cosa che mi soprende sempre. Eppure non si può dire che non abbia trascorso del tempo a cercare di decifrarmi. Sono le risorse di cui disponiamo l’elemento più stupefacente della natura umana, almeno dal mio punto vista, risorse che prevedono , a differenza degli animali, come giustamente mi suggeriva un signora in rete, una parte di rischio, un andar per guai che è  bisogno di cambiamento, curiosità, intelletto.  Superato il limite poi si ritrova persino, non si direbbe, l’elemento imprescindibile della dolcezza, quel lento placarsi dei vincitori e anche dei vinti. Per cui,  come sempre, che vi sentiate vincitori o vinti-  ma non agnelli vi auguro-  buon we con pasquetta. Dolce dolce come il mio, vi auguro.

Il leone e l’agnello (in questo caso) giaceranno insieme. Ma l’agnello dormirà ben poco. (Woody Allen)

Annunci

Sospensioni

Standard

Fermati. Resta immobile. In silenzio. Lasciati guardare.

Nella paura che tutto possa sfuggire, voglio solo fermare la percezione del tempo dentro di noi. Voglio che questa sospensione sia infinita. Se eliminiamo il concetto di tempo, eliminiamo anche quello di fine.

Lasciati guardare, sei il mio resort del desiderio.